Amabie: lo spettro-santino giapponese rispolverato contro la pandemia

Amabie (アマビエ) è uno Yōkai giapponese: uno spettro, un essere magico del folklore giapponese, come mostri e folletti. È un ibrido tra pesce, uccello e donna. Ha pelle squamata, tre piedi palmati (tre come il mitologico corvo Yatagarasu)e un becco al posto della bocca. Amabie (a volte anche Amabiko) è nata, si dice, a Kumamoto nel 1846 dove apparve dalle acque per annunciare 6 anni di buon raccolto, ma anche il rischio di infezioni, che però si offriva di curare, proteggendo chi “portasse con se la propria immagine” per poi tornare a inabissarsi, anche nella memoria dei giapponesi, assieme alle epidemie, probabilmente con l’avvento dei vaccini.

A marzo 2020, però, si è riaffacciata su Twitter e in pochi giorni è diventata popolare in tutto il mondo.

 

Un primo tentativo di creare una mascotte ad hoc per l’emergenza Covid19, con funzioni educative, era stato fatto dal Giappone con QUARAN (クアラン), il character voluto dal Ministero di Salute e Lavoro giapponese, che singolarmente convivono in un unico ministero (Japan’s Ministry of Health, Labor and Welfare).

Quaran クアラン

Mentre QUARAN è perfettamente congegnato per lo scopo, essendo dotato di ali e occhiali per esaminare merci e viaggiatori e scovare il virus e scudo per proteggere la popolazione, non sembra aver attecchito tra la popolazione. L’insuccesso è forse anche dovuto a una visione della pandemia, implicita in Quaran, tutta come “minaccia esterna” da arginare, mentre la gestione e la crisi erano soprattutto o almeno altrettanto interne. Un atteggiamento isolazionista “di default” purtroppo non infrequente nella storia e cultura giapponese.

 

L’intelligenza o cultura collettiva gli hanno, però, preferito Amabie. Questo curioso Yōkai in pochi giorni è ritornato attuale e ha visto moltiplicarsi le sue interpretazioni in Giappone e non solo. Amabie è diventata quindi una sfida artistica su Twitter (#AmabieChallenge e anche su Instagram), personaggio portafortuna, protagonista di simpatici tutorial su mascherine, starnuti, pulizia delle mani.

 

 

Di fronte al successo popolare il governo l’ha cooptata e fatta diventare “government approved character“. Siamo sicuri diventerà un gadget di successo nei prossimi mesi e nel Post Pandemic, grazie alla fantasia giapponese, al culto sia dei personaggi di fantasia giapponese in tutto il mondo sia alla Yuru-Chara, la particolarissima cultura di mascotte e “character” che identificano aziende, prefetture, organizzazioni e che contraddistingue il Paese.

 

enen

On this website we use first or third-party tools that store small files (cookie) on your device. Cookies are normally used to allow the site to run properly (technical cookies), to generate navigation usage reports (statistics cookies) and to suitable advertise our services/products (profiling cookies). We can directly use technical cookies, but you have the right to choose whether or not to enable statistical and profiling cookies. Enabling these cookies, you help us to offer you a better experience.